Area News

24/04/2020

Fondazione

Il Cavaliere del Lavoro Mario Boselli è il nuovo Presidente della Fondazione Italia Cina

Mario Boselli è il nuovo Presidente della Fondazione Italia Cina. Boselli – attuale Presidente dell’Istituto Italo Cinese – succede ad Alberto Bombassei, che nel giugno 2018 aveva raccolto l’eredità dalle mani del fondatore Cesare Romiti. Il passaggio di consegne è avvenuto in un momento storico particolarmente delicato, non solo per l’Italia e la Cina. La nomina è avvenuta ieri pomeriggio, nel corso di un Consiglio di Amministrazione tenutosi in videoconferenza, in osservanza delle misure di sicurezza per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. 

Al fianco del nuovo Presidente – da oggi alla guida della Fondazione che dal 2003 lavora per favorire gli scambi economici, politici e culturali tra Italia e Cina – sono stati nominati due vice presidenti. Il consigliere Riccardo Monti, ex Presidente ICE e attuale Amministratore Delegato del gruppo Triboo, è stato scelto come Vice Presidente Esecutivo, in sostituzione di Diana Bracco, che mantiene l’incarico di consigliere. Riconfermato nel ruolo di Vice Presidente, Pier Luigi Streparava, Presidente di Streparava Holding e attuale Vice Presidente della Camera di Commercio Italo Cinese. 

In sostituzione del dimissionario Vincenzo Petrone, la direzione ad interim della Fondazione viene affidata al Direttore Operativo Marco Bettin.

Il nuovo Presidente, accettando l’incarico, ha voluto ringraziare i vertici uscenti della Fondazione e ha dichiarato: “Sono onorato per questa nomina da parte di tanti qualificati membri del Consiglio della Fondazione, alla quale dedicherò il mio massimo impegno in un momento di particolare difficoltà, legato anche alla crisi del Covid-19. Il fatto di essere anche presidente dell’Istituto Italo Cinese consentirà di realizzare un’unica regia nei rapporti fra l’Italia e la Cina, tornando ad una situazione che ha dato buoni risultati quando entrambe le istituzioni erano presiedute dal Cav. Lav. Cesare Romiti”. “La mia quarantennale presenza in Cina, con diversi ruoli e responsabilità - ha aggiunto Boselli -  mi aiuterà a gestire nel migliore dei modi le relazioni ai vari livelli con gli interlocutori della Repubblica Popolare Cinese”. 

Biografia Mario Boselli
Imprenditore nel settore tessile, Mario Boselli ha cominciato la sua attività nel 1959 nell’azienda di antica tradizione serica del padre, la Carlo Boselli di Garbagnate Monastero. Dagli anni Settanta all’inizio degli anni Duemila ha sviluppato le attività dell’azienda di famiglia sia in Italia sia all’estero, lasciandola nel 2005 per affrontare nuovi incarichi. Dal 1999 al 2015 è stato Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, nella quale continua a ricoprire la carica di Presidente Onorario. In passato è stato Presidente di Federtessile, della Fiera Internazionale di Milano, di Pitti Immagine, dell’Associazione Internazionale della Seta, della Camera di Commercio Italo Slovacca, di Centrobanca e membro del Consiglio di Gestione di UBI Banca. 
Nel 2017 è stato nominato alla guida dell’Istituto Italo Cinese e riconfermato alla presidenza nel 2019. È anche Presidente di Banca5 (Intesa Sanpaolo) e Consigliere di società italiane ed internazionali. Fra le varie onorificenze ricevute, quelle di Cavaliere del Lavoro (1990), Commandeur de l’Ordre National de la Legion d’Honneur (Francia 2002) e Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana (2007).

In Fondazione

I Soci

Iscriviti alla Newsletter della
FONDAZIONE ITALIA CINA

Please select all the ways you would like to hear from Fondazione Italia Cina:

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.

Fondazione Italia Cina

Via Clerici, 5 - 20121 Milano - Italia
Tel +39 02 72000000
info@italychina.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.